Eventi

Cresta Segantini

Quota partenza 1278 Mt. Quota di arrivo 2177 Mt.
Dislivello totale +630 Mt. per l'attacco
+270 Mt. la via (500 lo sviluppo)
Sentieri utilizzati n. 8 "Direttissima", 7 "Cresta Cermenati"
Ore di salita 5 h.  Ore di discesa 1.30 h.

Introduzione:

La Cresta Segantini, una delle super-classiche più note della Grignetta, senza dubbio rappresenta il modo più bello ed interessante di raggiungerne la vetta. Prendendo avvio dal colle del Pertusio dove sorge il Rifugio Rosalba, con una lunga sequenza di torrioni, evitati nella prima parte dal sentiero Cecilia, corre sino alla cima stessa, sebbene solo dal colle Valsecchi, dove comunemente inizia l'arrampicata, divenga ben definita, presentando una nuova serie di pilastri e torrioni. Le difficoltà non sono mai sostenute, ma lo sviluppo è notevole, 500 metri, pertanto nei tratti più semplici è preferibile procedere di conserva, risparmiando tempo ed energie. L´ itinerario, interamente segnalato con bolli rossi, è stato recentemente riattrezzato a fix e percorribile tutto l’anno, sebbene alla facile arrampicata su roccia d´ inverno si sostituisca la progressione su misto con difficoltà piuttosto serie, specie nel tratto della Lingua.

Attacco
Dal parcheggio dei Piani Resinelli si sale in breve (15') al soprastante Rifugio Porta. Da lì seguendo il sentiero n° 7 si arriva ad un bivio in corrispondenza di una radura, dove si seguono le indicazioni a sinistra per il sentiero "Direttissima" (n° 8) per il rifugio Rosalba. Lo si imbocca salendo gradatamente attraversando dei pendii erbosi scoscesi, poi si attraversano i canaloni "Caimi" e "del Caminetto", con dei facili tratti attrezzati. Si entra nel "Caminetto Pagani" con una scaletta metallica e si prosegue fino a superare il gruppo del "fungo". Poi si attraversa il canalone "Angelina" e poco dopo si segue la deviazione a destra per la cresta segantini (palina indicativa). Ad un certo punto abbandonare il sentiero per salire a destra per tracce di passaggio e facili roccette al Colle Valsecchi (1898 Mt., 2 h. dal parcheggio). L'attacco è nei pressi: si passa sotto la parete di un torrione arrivando ai piedi di un evidente camino.

Relazione

Salire il canale-camino fino ad una piccola forcella, sosta su fittone resinato (35m, II-III).
Spaccare a sinistra sul torrione e superare una paretina strapiombante un po' lucida (fittoni resinati), continuare poi per rocce più facili fino alla sommità del torrione e sostare su fittone resinato (25m, III+ ,II).
Seguire la cresta verso destra (Sud) fino all'intaglio alla base del torrione Vertice Dorn (possibile calata di 15 metri). Salire il torrione sulla destra e raggiungerne la sommità a quota 1981 m. (35m, II,III).
Ora scendere sul filo di cresta e abbassarsi lungo una fessura di circa 3 metri (III), attraversare il canale e risalire il Torrione Svizzero sulla destra evitandone la cima (60m, II).
Proseguire fino ad un'intaglio. Aggirare a destra (sud) il seguente Torrione della Finestra passando per una graziosa statuetta della Madonna e raggiungere la sella successiva. Traversare a sinistra (nord) fino alla base di un camino verticale, superarlo (20m, III) e uscire su un'ampia cengia in pieno versante nord poco, più in alto del famoso Canalone della Lingua. Scendere prestando molta attenzione verso il fondo del Canalone, giunti all'altezza di un bollo rosso si noterà sulla destra (faccia a valle) un vecchio chiodo con anello che si può utilizzare per calarsi sul fondo del canale (soluzione consigliata).
Risalire ora il Canalone della Lingua rimontandone la sponda di sinistra (II, II-). Obliquare a destra (freccia indicatrice), imboccare un canale detritico, salire fino alla cresta e seguirla per circa 50 metri (II- roccia discreta).
Scendere nella Forcella della Ghiacciaia (possibile doppia di 15 metri). Da qui è possibile raggiungere la vetta scalando la paretina sulla sinistra (freccia indicatrice e scritta Vetta, 16 metri, III), camminando in piano per 5 minuti si raggiunge la vetta. Oppure è possibile deviare sulla Cresta Cermenati traversando a destra (Sud) per circa 80 metri, dapprima in discesa, e successivamente in salita puntando ad un'ampia forcella. In circa 10 minuti, per balze erbose e gradoni, si raggiunge la vetta.

Discesa
La discesa dalla vetta avviene lungo il sentiero  della Cresta Cermenati.