Cala Cimenti racconta il suo Laila Peak

“Laila Peak, the ski descent of my life”

photo_2018-09-12_08-28-21.jpg

La discesa della vita. Con gli sci. Da una vetta che supera i 6.000 metri. Così l’alpinista professionista Carlalberto Cimenti, meglio noto come “Cala”, ha descritto la sua impresa sul Laila Peak (6.096 m – Pakistan), compiuta insieme agli svizzeri Matthias Koenig e Julian Danzer  il 25 maggio scorso. Dei tre, anche Matthias ce l’ha fatta nel tentativo di scendere integralmente "quella ripida scheggia di roccia” con gli sci.

Venerdì 24, alle ore 21 presso la sala civica di Mandello del Lario (Lc), l’alpinista racconterà la sua avventura e gli aneddoti più mozzafiato, con video e filmati che lasceranno il pubblico con il fiato sospeso.

Dopo la serata Cimenti si renderà disponibile per fare quattro chiacchiere con il pubblico e rispondere alle domande dei più curiosi.

La serata, gratuita, apre la kermesse di eventi che fanno capo a La Sgrignettata, che si svolgerà ai Resinelli nelle date del 22 e 23 settembre.

Oltre a questa serata di apertura, il venerdì successivo (21 settembre), presso la sala cinematografica di Pasturo, un altro alpinista, l’altoatesino Hubert Moroder, presenterà la sua salita al Cerro Torre e al Fitz Roy (la Supercanaleta e la via del Compressore di Cesare Maestri) in quattro giornate, effettuate nel 2010 insieme all’amico e compagno di cordata Adam Holzknecht.

http://www.sgrignettata.it/